Economia Circolare e Nuove Professioni, 17 Maggio a Monza

Primo incontro pubblico di discussione dell’Associazione MonzAttiva
17 maggio 2018 ore 20:45 - Sala Maddalena
Via Santa Maddalena 7, Monza
“Economia Circolare e Nuove Professioni”

ENTRATA LIBERA
Per informazioni scrivere a: MonzAttiva@gmail.com

Saremo presenti anche noi al primo incontro pubblico dell'Associazione MonzAttiva.

L’Associazione MonzAttiva ha scelto l’economia circolare come primo incontro pubblico, per coniugare le nuove forme di crescita economica con quella di una proposta formativa attenta a dare risposte sulle nuove professioni. L’economia circolare, a differenza di quella lineare, il sistema economico usato per secoli che si sviluppa sullo sfruttamento incondizionato delle risorse, è basata sulla loro valorizzazione e sul principio delle tre R: Ridurre gli sprechi, Riusare i prodotti e Riciclare. Le Nazioni Unite, l’Unione Europea, i docenti e gli imprenditori più illuminati credono che sia possibile creare un modello di sviluppo del genere umano completamente nuovo per un Pianeta finito sempre più popolato e soggetto, per questo, a cambiamenti globali in grado di incidere significativamente sulla qualità della nostra vita e di quella dei nostri figli e incisivamente su quella dei nipoti. Obiettivo della serata è quello di partire dal concetto concreto di economia circolare, considerato nelle diverse sfaccettature delle pratiche industriali e della sostenibilità. Il tema verrà presentato e discusso dal punto di vista scientifico ed economico, ma anche per le rilevanti ricadute in termini di nuove professioni. Il contributo fornito dall'esperienza di una Amministrazione Comunale che ha deciso di scommettere sul riuso, da portare come esempio trasferibile, consentirà di valutare cosa già si può fare a livello locale. Ricreare un nuovo modello di sviluppo è, però, una impresa complessa che richiede un significativo cambiamento dei processi formativi. Per questo si prevede il contributo di Confartigianato, sindacati, scuole superiori, ITS e università presenti nell’area briantea.