K-FLEX: IL LAVORO COME BENE COMUNE? Materiali incontro a Villasanta

Lunedì, 29 maggio a Villasanta si è svolto un bell'incontro sul tema del lavoro con l'intervento di ANDREA DI STEFANO (Rivista VALORI e Radio Popolare) ed i sindacalisti ed i lavoratori della K-Flex che hanno condotto una mobilitazione ininterrotta di più di 100 giorni. L'Economia Solidale non può chiamarsi in questo modo se non incrocia con empatia i drammi sociali che attraversano non solo i cittadini del suo territorio ma anche gli stessi partecipanti ai Gruppi d'Acquisto Solidali ed ai soci di DES Brianza. Per questo abbiamo seguito questa storia con grande interesse e solidarietà.

Qui sotto trovate anche il video presentato in serata, preparato da Luciano Perrone, che così ha commentato la serata:

"ieri sera a Villasanta si è svolta una bella e partecipata conferenza sul lavoro. Non potevano certo mancare da parte degli intervenuti, i riferimenti al nostro teritorio. Ha partecipato anche una delegazione degli ormai ex-lavoratori della KFlex. Nei due interventi che hanno fatto si è letto tutta l'amarezza per come la politica e le istituzioni hanno trattato la vicenda.

Encomiabile la loro forza e determinazione nel continuare ad essere presenti in ogni occasione per raccontare ma sopratutto per ricordarci che il lavoro deve essere al primo popsto e che le Istituzioni non possono permettere che imprenditori di aziende sane che ricevono finanziamenti pubblici possano andarsene così.

Ringrazio il Distretto di Economia Solidale Brianza e in particolar modo l'amico Sergio Venezia per avermi chiesto di partecipare alla serata con questo video. Un piccolo contributo alla resistenza dei lavoratori e lavoratrici della KFlex fatto di scatti fotografici e immagini con cui ho cercato di cogliere stati d'animo, momenti di gioia, di lotta e preoccupazioni. Lo dedico a loro e a tutti quelli come loro che stanno lottando per difendere il posto di lavoro e la propria dignità."
Luciano

Durante la serata GAES, il Gas di Villasanta e DESBri hanno proposto e condiviso con le Ammnistrazioni Pubbliche presenti una bozza di OdG indirizzata al Governo (ma anche di altri comuni del territorio e magari del Provincia) nel quale si chieda una misura legislativa che impedisca la delocalizzazione, o comunque la dismissione di manodopera in Italia, a fronte del ricevimento di contributi di Stato, sulla scorta di quanto avvenuto in altri paesi (es. Francia).

L'8 giugno l'Assemblea provinciale dei sindaci ha acquisito la bozza di OdG proposto da GAES e DESBri e l'ha fatta propria. Qui la versione definitiva dell'Ordine del Giorno sulle delocalizzazioni in presenza di contributi pubblici approvato dall'Assemblea dei Sindaci della Provincia di Monza e Brianza.

Alleghiamo inoltre il Comunicato di sostegno del GIT di Banca Etica.