L'Ass. Colombo risponde alla nostra Lettera aperta

Mondo
L'Assessore Colombo ha risposto alla Lettera aperta che il DesBri e i Gas di Monza hanno inviato all'Amministrazione Comunale di Monza. Di seguito pubblichiamo il testo della sua replica.

Vi ringrazio molto per la Vostra comunicazione.
All'infuori della prima richiesta, che non ritengo, purtroppo accoglibile, per le ragioni che ho tentato di esporre nel corso della serata del 5/12 (essenzialmente perchè l'area di Via Stucchi, da sempre edificabile ad uso industriale, è stata venduta dal Comune ad un privato, nel corso della precedente amministrazione: non mi sembra possibile imporre una destinazione che non ne preveda l'edificazione) mi sembrano del tutto condivisibili le Vs. indicazioni.
Sull'esigenza di valorizzare le aree comunali ed agricole, mi trovate perfettamente concorde: è necessario a mio avviso, dare vita ad un progetto che da un lato preveda interventi di forestazione di una parte di tali aree e dall'altro la possibilità di insediare nuove aziende agricole. Tra l'altro la politica dell'amministrazione è quella di incrementare la dotazione di aree libere ed agricole di sua proprietà. Lo stesso PII Esselunga prevede l'obbligo di reperire altre aree agricole da cedere al Comune e lo stesso per altri interventi programmati. Sarò, pertanto, lieto insieme all' Assessore Dell'Aquila, che è titolare delle delega sulle politiche per l'agricoltura, di condividere con voi idee e suggerimenti, partendo proprio dalle aree comunali libere esistenti.
Quanto ai bandi per le mense ho riferito la Vs. proposta all'Assessore all'Istruzione Montalbano.
Quanto, infine, al progetto Pane, sono in contatto con gli altri Comuni interessati a partire dall'Assessore Boccoli di Vimercate. Abbiamo già aderito alla proposta di costituzione di un parco regionale a ovest del nostro territorio (Grugnotorto): iniziativa molto interessante che vede una libera adesione di molti comuni, il cui territorio è compromesso come il nostro.
Saremmo lieti di fare qualcosa di simile anche ad Est: so che alcuni comuni interessati sono pronti a partire (e noi ci uniremmo a loro) mentre altri hanno qualche remora in più.
La previsione di tutele a livello sovracomunale (ed in particolare da parte della Regione) è la garanzia più forte che il territorio possa essere preservato.
Spero, pertanto, di incontrarvi presto, estendendo l'invito anche ad altri Assessori
Cordiali saluti
Claudio Colombo

16 dicembre 2012